Interviste

Fra la via Emilia’s e Londra

Intervista a Andrew Macleod, Founder e CEO di Emilia’s Crafted Pasta

Martina Roncadi | 31.01.2024 | 6 minuti

Chi è Zupppa?

Zupppa è un blog dedicato alla comunicazione nel mondo food & beverage.
Le parole, i volti, le scelte e le scommesse del settore più amato dagli italiani

Ultimi Articoli

"Da Emilia’s facciamo del nostro meglio per raggiungere un equilibrio discreto, onorando le vecchie tradizioni italiane, e adattandole per soddisfare la nostra clientela locale"

Andrew Macleod

La storia di Emilia’s Crafted Pasta arriva da lontano. Parla di una passione ben precisa - quella per la pasta fresca fatta in casa - che sa di amore e tradizione. Parla di un ragazzo figlio di una generazione che ha voglia di mettere in atto un cambiamento: regalare accoglienza e cibo sano e genuino a chi varca la porta dei suoi ristoranti.
Ha a che fare con l’Emilia-Romagna, la culla del nostro progetto: per questo vi raccontiamo la storia di Andrew Macleod, un ragazzo inglese che ha visto, nella nostra terra, un luogo ricco di unicità e bontà.

Andrew è Founder e CEO di Emilia’s Crafted Pasta, una catena di ristoranti che si espande per la città di Londra e che ha l’ambizione di volare sempre più in alto. L'intento è quello di “creare felicità attraverso un piatto” e da Emilia’s lo fanno ogni giorno, preparando e servendo piatti della tradizione italiana. Alla base delle loro proposte spiccano prodotti freschi e genuini che racchiudono anche il concetto di sostenibilità: ogni ingrediente selezionato da Emilia’s, infatti, proviene da filiere controllate, e la proposta del menu è ricca di piatti vegetariani e vegani, sinonimo di apertura mentale nei confronti del mondo e dei problemi legati al clima e all’ambiente.

Abbiamo chiesto ad Andrew di raccontarci il cuore pulsante di Emilia’s: le scelte, le persone e i piatti che preparano ogni giorno con gratitudine.

Pasta fresca

Raccontami la tua storia

La mia storia con Emilia’s inizia subito dopo aver completato gli studi universitari. Nel 2016, quando avevo 25 anni, ho aperto il mio primo ristorante, un progetto che ha visto la luce dopo due anni di ricerca e sviluppo, unitamente a numerosi viaggi in giro per l’Italia. Crescendo come un ragazzo della generazione dei Millenials - e che amava profondamente la pasta! - mi sono ritrovato spesso a chiedermi come mai ci fossero così tanti ristoranti di hamburger e pizza, e un’assenza totale di locali specializzati nella pasta. Essendo totalmente insoddisfatto delle proposte commerciali di Londra, mi sono lanciato nella missione di voler aumentare l’offerta di ristoranti dedicati al mondo della pasta, in particolar modo di quella fresca e fatta a mano. Avevo le idee chiarissime: volevo creare la migliore esperienza di pasta fresca al di fuori dell’Italia mantenendo dei prezzi contenuti, e incoraggiare le persone a vivere un’esperienza di familiarità e tradizione tipicamente italiana.

Da dove è nata la tua passione per la pasta?

Ho da sempre una grande passione per il comfort food, per il cibo che ti scalda l’anima, in particolar modo per quello che racchiude gli elementi di freschezza e semplicità - princìpi che, effettivamente, sono estremamente radicati nella cucina italiana. L’amore per la cultura italiana è una costante nella mia vita, da sempre. Negli anni dell’università ho avuto la possibilità di girare l’Italia in lungo e in largo, con un focus particolare sull’Emilia-Romagna, regione rinomata per essere la “madre” della pasta fresca. I miei viaggi non erano solo di esplorazione, ma una vera e propria missione per assimilare l’essenza e l’eccezionalità della pasta. Ho scoperto la scienza e la geometria dei diversi formati di pasta, compresi gli abbinamenti perfetti con i condimenti, trovando ispirazione dai cuochi locali che, nonostante il passare del tempo, continuavano a mantenere intatte le ricette tramandate di generazione in generazione. Queste esperienze si sono trasformate poi nei punti cardine che caratterizzano Emilia’s Crafted Pasta, dove ogni giorno celebriamo il cuore della tradizione culinaria italiana.

Ti sta piacendo l'articolo?

Iscriviti alla newsletter per non perdertene neanche uno!

Iscrivendoti alla newsletter acconsenti al trattamento dei dati da parte di GRECO di Greco Gabriele & C. S.a.s., che potrà contattarti via email o telefonicamente sino a esplicita richiesta contraria.

GRECO di Greco Gabriele & C. S.a.s. è l'unico titolare e responsabile del trattamento dei dati.

Il nome Emilia’s Crafted Pasta è un elogio alla nostra regione, l’Emilia-Romagna. Tre aggettivi per descrivere questa terra?

Riassumere l’Emilia-Romagna in tre parole è una bella sfida; ha a che fare con le tradizioni culinarie, i paesaggi pittoreschi, l’eredità culturale, ed è anche il luogo natale della pasta fresca. Il nostro nome, Emilia’s Crafted Pasta, è un doppio tributo: il primo è effettivamente per la straordinaria terra dell’Emilia-Romagna, il secondo invece è in onore di Emilia, un bellissimo nome femminile italiano che ha un posto speciale nel mio cuore, e le cui origini hanno un affettuoso segreto commerciale.

Similitudini e differenze tra il Regno Unito e l’Italia in tema di cibo e convivialità?

L’Italia e il Regno Unito hanno differenze significative per quanto riguarda la loro cultura culinaria. Il Regno Unito non ha la stessa enfasi culturale in termini di cibo. I sapori tipici della tradizione culinaria italiana, noti per la loro asprezza e audacia, all’inizio potrebbero contrastare con i gusti più familiari al palato inglese. Da Emilia’s facciamo del nostro meglio per raggiungere un equilibrio discreto, onorando le vecchie tradizioni italiane, e adattandole per soddisfare la nostra clientela locale. Emilia’s funge da ponte, collegando quindi il patrimonio culinario italiano con un menu inclusivo che si rivolge a un pubblico cosmopolita e che va incontro ai gusti globali.

Ti sei ispirato a qualche modello di business in particolare per creare Emilia’s?

Cerco di imparare continuamente e di trarre ispirazione da vari marchi, ma la mia aspirazione più grande è sicuramente quella di creare un modello di business nuovo e unico. A differenza di molti ristoranti in cui la qualità del cibo diminuisce quando si espandono, noi ci impegniamo a fare il contrario: migliorare costantemente il nostro concept man mano che Emilia’s cresce. Preservare il fascino e l’autenticità del nostro marchio è non solo un obiettivo fondamentale per l’azienda, ma anche per me stesso. Pochi locali sono riusciti a raggiungere con successo questo equilibrio, e rimane tutt’oggi un’impresa rara. Per realizzare questo obiettivo, stiamo smontando i modelli di business convenzionali e ripensando a fondo a ogni aspetto della nostra strategia di crescita. L’impegno per raggiungere l’eccellenza e, contemporaneamente, mantenere la vera essenza di Emilia’s, saranno il focus del nostro piano di espansione.

Qual è il tuo piatto preferito di Emilia’s? Cosa ci consiglieresti?

Selezionare un piatto preferito da Emilia’s è come scegliere il figlio preferito: una sfida che preferirei evitare, dato che ogni piatto del nostro menu ha un fascino unico! Vorrei invece mettere in luce la cura e i dettagli che si celano dietro ai nostri piatti più apprezzati. Da Emilia’s enfatizziamo l’arte del sapere abbinare i condimenti ai formati di pasta giusti, un concetto che chiamiamo “la scienza dietro la nostra pasta”. Ad esempio, una pasta lunga e delicata come i bucatini si sposa bene con un semplice giro d’olio d’oliva, con una base di pomodoro, o con la nostra salsa all’uovo cremosa, mentre la forma ricurva delle caserecce, è perfetta per realizzare ricette delicate con l’aggiunta di pesto fatto in casa. Il nostro piatto d’autore è una rivisitazione di un piatto classico: un ragù alla bolognese cotto a bassa temperatura per più di quattro ore, reso più sostanzioso e cremoso grazie all’aggiunta di besciamella fresca, e servito con pappardelle all’uovo fatte in casa.
È un piatto speciale che cattura il sugo alla bolognese su ogni centimetro della pasta, creando un’esperienza culinaria che trascende l’ordinario.

Quanto sono importanti la comunicazione e i social per un’impresa come la vostra? Dove possiamo trovarvi online?

I social media svolgono un ruolo fondamentale nel successo di Emilia’s, soprattutto considerando che una parte significativa dei nostri clienti rientra nella fascia demografica di giovani professionisti, Millenials e Gen Z: sono il nostro canale principale per coinvolgere e connetterci con questo pubblico così dinamico. Da Emilia’s siamo orgogliosi di creare contenuti accattivanti sul magico mondo della pasta e della cultura italiana, così come delle tradizioni e la vivacità dei nostri ristoranti. Per coloro che volessero unirsi al nostro mondo, vi invitiamo a seguirci su TikTok e Instagram, dove condividiamo attimi del dietro le quinte, ispirazioni culinarie e altro ancora!

Piani futuri? O future aperture in Europa?

Negli ultimi 8 anni da Emilia’s ci siamo dedicati alla creazione di un marchio speciale con cura, dedizione e amore. La recente apertura del nostro quarto ristorante nel centro di Londra segna una pietra miliare per noi, e stiamo già progettando di aprirne un quinto entro la fine del 2024: il nostro viaggio è appena iniziato! Il mio sogno è che Emilia’s diventi un marchio apprezzato e di fiducia, in sintonia con la generazione degli “amanti della pasta” con cui sono cresciuto. Ci impegniamo a espanderci in maniera sostenibile, garantendo che i nostri team, la nostra cultura, i nostri clienti e soprattutto la qualità dei nostri prodotti non vengano mai compromessi. Il mio sogno per Emilia’s si estende anche oltre i confini del Regno Unito e posso prevedere che ci ritroverete ad abbellire le città di tutta Europa e oltre!


Come direbbe una canzone della mia band preferita, The 1975, che guarda caso è proprio di Londra, “Won’t you give yourself a try?

Emilia's Crafted Pasta

Potete seguire le avventure di Emilia’s Crafted Pasta su Instagram e TikTok 

I ristoranti, invece, li trovate ai seguenti indirizzi:

Emilia’s Crafted Pasta – St. Katharine Docks – Unit C3, Ivory House, St Katharine Docks, London, E1W 1AT

Emilia’s Crafted Pasta – Aldgate – 77 Alie Street, Aldgate, London, E1 8NH

Emilia’s Crafted Pasta – Canary Wharf – 12 George Street, Wood Wharf, London, E14 9QG

Emilia’s Crafted Pasta – Baker Street – 215 Baker Street, London, NW1 6XE

Martina Roncadi

Laureata in Scienze della Comunicazione, ha seguito diversi corsi di specializzazione alla Scuola Holden di Torino tra cui “Food – Design dell’esperienza gastronomica”, grazie al quale si è accesa la miccia per la scrittura nel panorama enogastronomico. Amante dei viaggi, della buona tavola e della musica indie, il suo segno zodiacale è Ariete. Si consiglia pertanto di non farla arrabbiare. Fanatica dello sport, è campionessa olimpica di junk food e di coccole al suo gatto, Giorgio.